GUIDA QUASI GALATTICA PER VOLONTARI ANIMALISTI – Fabiana Rosa

cover-jpeg

Fabiana Rosa condensa in Guida quasi galattica per volontari animalisti tutto il discorso che ruota intorno a Progetto Quasi, l’Associazione fondata nel 2012 per dare una possibilità ad un mucchio di animali anziani, disabili, abbandonati, in genere percepiti dal mondo esterno molto spacciati. L’autrice è stata abile nel costruire una rete non solo efficace per raggiungere l’obiettivo, ma sempre più proiettata verso l’esterno. Tanto per citare solo quelli che partecipano al libro, ha coinvolto Zero Calcare per la cover e Iacopo Melio (#vorreiprendereiltreno) per la prefazione. Il suo punto di vista poggia solido sul basalto dell’esperienza e sulla professione di terapista neurocognitiva per bambini disabili, che già dovrebbe scoraggiare i crociati dell’òccupati di chi ha veramente bisogno se questi avessero una scaglia di coscienza.

Da list-addict l’autrice snocciola il catalogo delle categorie coinvolte e contrapposte nella madre di tutte le battaglie, che poi sarebbe quella per liberare canili e dare una mazzata al randagismo. Facciamo ingresso in un settore dove purtroppo accanto a tanta gente che da una parte si fa il culo quadro e dall’altra si ciuccia relitti e spese relative, prolifera una gran massa di volontari – che supplisce a tante funzioni delle quali dovrebbe farsi carico lo Stato – e di adottanti di merda, vocal-ist, Basaglia Girls, regalisti a tradimento.

“La maggior parte delle persone ha una vita normale e vuole solo un cane, non vuole sentirsi rivolgere un pippone sul suo stile di vita”: infatti il problema è questo impeto moralistico, in un ambiente nel quale Fabiana Rosa rimane lucida nel distinguere tra etica e morale, nel mantenere una consapevolezza situazionale della faccenda e di considerare il gran culo che hanno gli analfabeti funzionali di vivere nel magico mondo dei social.

Rosa è anche un po’ Gadda: esplora fino allo sfinimento tutte le possibilità della parola: è difficile trovare uno sfascione descritto allo stesso modo: ovviamente lo sfinimento riguarda la parola, non la Rosa. Per questo assume rilievo uno degli elementi che costituisce il successo per l’inconsapevole animale: lo scrivere appelli decenti. Benché tutti conoscano questo stile, come anche un certo andarci pesante, Fabiana Rosa illustra con precisione molti punti importanti, tipo le spese necessarie e più comuni per mantenere, curare, stallare, trasportare. L’odissea di un Cicciopallo esemplare è poi la rappresentazione di una situazione nazionale per la quale uno sfascione di Modena NON DEVE finire a Reggio Calabria, scopri il perché. Infine tutto lo strazio del capitolo Incontri: potrebbe non reggervi la pompa, nè il dotto lacrimale.

Ora questo è un saggio. Su un argomento che conosce alla perfezione. Il linguaggio e la visione creano delle aspettative nei lettori. Vogliamo la narrativa. Vogliamo le storie del bar dei rimasti.

Fabiana Rosa – Guida quasi galattica per volontari animalisti – Voce in capitolo, 2016, formato e prezzo Kindle euro 5,90

Annunci

Informazioni su ruotenelvento

Writing about all the things moving-running-sliding-sailing-flying-better-without-a-sound
Questa voce è stata pubblicata in fabiana rosa, progetto quasi e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a GUIDA QUASI GALATTICA PER VOLONTARI ANIMALISTI – Fabiana Rosa

  1. Pingback: ENRICO AZZINI – RECENSIONI 2009 – 2016 | ruotenelventonetwork

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...